Ispirazioni retrò: tessuti e fantasie vintage

L’ispirazione nasce in modi e momenti inaspettati, dalle cose più impensate. Oggi vi raccontiamo com’è nata la nostra.

Racconto di una texture: storie a pois

È tra i tessuti e fantasie vintage più pop e col tempo si è guadagnata un posto legittimo nel mondo della moda: il pois.
Dal Rinascimento grazie al patching (la moda diffusa all’epoca per mascherare le imperfezioni del viso) all’exploit negli anni 30, il polka dot pattern ha conquistato donne senza tempo come Eleanor Roosevelt e personaggi cartoon della nostra infanzia, che di pois si sono vestite e hanno fatto la storia, come Minnie Mouse.
Con l’andare del tempo e il mutare delle generazioni i pois hanno iniziato a riflettere il carattere e le sfumature dell’epoca.
Negli anni 50, per esempio, la stampa simboleggiava la prosperità e quella sensualità romantica che distingueva la figura delle pin-up. Mentre, negli anni 80, quando il luccichio della disco inferno lascia spazio alla nascente cultura pop, il polka dot pattern si rivela perfetto per essere accostato alla felicità e ai colori vivaci, poggiandosi sul look uomo – donna – bambino.
Oggi più che mai la stampa a pois fa parte dei tessuti e fantasie vintage più amati dalle donne. Versatile e pratico, adatto per ogni occasione e facile da abbinare per look eleganti e bon ton. Per questo abbiamo colto l’ispirazione retrò dataci da questa texture, rendendola in parte protagonista della nostra nuova collezione.

Racconto di una texture: a che bell'ò cafè

Una scelta insolita e l’omaggio al culto del caffè, che come ispirazione retrò è perfetta per tessuti e fantasie vintage.
Tante sono le storie vere e non legate al caffè in terra partenopea. Dalla leggenda mai avallata secondo cui il caffè (probabilmente per il colore scuro intenso) era bevanda porta sfortuna alla nascita del caffettiere ambulante che la mattina andava in giro per i vicoli con il suo cesto colmo di tazze, latte e caffè.
È nel 1800 che viene compiuto il passo definitivo che consacra e divide il semplice caffè dall’espresso napoletano. Tutto ciò, grazie all’invenzione della caffettiera napoletana che con il suo sistema a doppio filtro garantiva un caffè forte nell’aroma e carico di gusto.
La certezza nel mezzo di tutte queste storie è che il caffè è passato da semplice bevanda a vero e proprio culto. La scelta della miscela preferita, la preparazione, l’attimo di convivialità che si cela dietro a un sorso di caffè preso insieme o il minuto di relax mentre si sorseggia da soli, sono tutti piccoli riti che ormai fanno parte di noi.
Ecco perché abbiamo deciso di farci ispirare (mentre prendevamo la nostra “tazzulella ‘e cafè”) dando vita ad una texture vivace e sbarazzina che richiamasse l’anima e il culto di ognuno di noi.
Se vuoi cogliere l’occasione per dare un’occhiata alla nostra nuova collezione e scoprire i nostri tessuti e fantasie vintage clicca qui!