Pure white: Il colore bianco nella moda

Un fedele amico che accorre in nostro soccorso nelle sere d’estate (facendo risaltare l’abbronzatura) e non solo. Simbolo di libertà, emblema della luce e archetipo di eterna rinascita, il bianco è il colore/non colore per eccellenza, assente e, allo stesso tempo, insieme che ingloba tutti gli altri.

“Una tinta opportunista perché si avvale dei colori ambientali”

Enrico Castellani

Per nulla semplice da comprende (e nemmeno da indossare aggiungiamo noi), il bianco di fatto è una scelta fatta dagli audaci che sono anche disinvolti e delicati.

Prediligere il bianco vuol dire essere aperti, spontanei ed estimatori della semplicità

Psicologia del colore

Nonostante nell’immaginario di molti il bianco abbia una connotazione ben definita, le letture e i significati collegati al colore sono molteplici e diverse.

Da simbolo di purezza, verginità, trionfo della giustizia e invito alla leggerezza, il bianco può diventare freddo e vuoto, talvolta addirittura emblema di angoscia e solitudine.

Un po’ di storia…

Il bianco, a differenza di quanto si possa pensare, non è stato un colore subito carico di significato. È con l’era delle regine vittoriane, e quindi dall’800 in poi, che quest’ultimo diventa caratteristico e imprescindibile per la connotazione dell’abito da sposa proprio perché lontane dai colori sgargianti usati fino ad allora.

Nel 900 il bianco diviene anche colore simbolo di protesta per le suffragette e i loro supporter, quando le donne londinesi indossarono abiti bianchi come emblema di purezza nella lotta per il diritto di voto.

Con gli anni, poi, particolare e d’impatto è stata la contrapposizione e la dicotomia tra bianco e nero. Precursore assoluto (ancora una volta) è lei, Coco Chanel, che nel 1919 creò l’iconico Chanel n°5 in bottiglietta trasparente e dall’etichetta minimal con fondo bianco e lettering nero.

Il colore bianco nella moda

In ottica di stile e look il “total white” può dare l’idea del too much, quindi è bene spezzarlo con altri colori.

Sì, ricordiamo bene l’epica scena della Marilyn in “Quando la moglie è in vacanza” (1955). Abito bianco da urlo, make-up impeccabile e la grata della metropolitana di New York che lo innalza in tutta la sua grazia sensuale che non pecca di volgarità.

Non essendo però noi protagoniste di un film anni 50, ragazze, vogliamo ricordarvi che anche i capi must come la classica t-shirt bianca vanno abbinati ponderando l’intero outfit per ottenere look versatili da sfruttare per ogni occasione.    

Bilanci in pure white

Indossare un capo bianco ha aspetti negativi e positivi. La semplicità, l’apertura, la purezza e la chiarezza si contrappongono al riflesso freddo, vuoto e a tratti noioso. Il consiglio che vi diamo volendo fare un bilancio dopo questo excursus sul colore bianco nella moda? Non abbiate paura di osare e siate furbe nei mix di colore, semplicemente accoglietelo da buon amico e vedrete che non potrete sbagliare nel risultato!